Meditazioni sull’Energia

Stress e Resilienza

L’Impostore

 

“Per essere teneri, amorevoli e pieni di cure, gli esseri umani devono essere teneramente amati e curati fin dai primi anni di vita, dal momento della nascita”.

 

meditazione

 

Introduzione L’Impostore

Meditazione Il Bambino e il guaritore interiore

 

Namastè,

uno dei sentieri più potenti che potete intraprendere sul cammino della guarigione da qualsiasi tipo di disturbo, fisico o mentale che sia, quindi anche dallo stress, è quello di avere una relazione con voi stessi emotivamente positiva.

A livello di energie sottili, le nostre emozioni positive e negative sono racchiuse nel Corpo Emotivo, il secondo strato dell’Aura, detto anche Corpo Eterico. Qui risiedono anche i sentimenti che nutriamo verso noi stessi e che rappresentano le basi sulle quali sviluppiamo la nostra personalità.

Quando nascete siete ricolmi di amore incondizionato per tutto e per tutti, desiderate solo la felicità degli altri. E, ovviamente, vi aspettate di ricevere lo stesso amore incondizionato.

Purtroppo ciò non avviene, gli adulti non sono più così puri per provarlo e trasmetterlo. Da piccoli bambini, vi trovate spaventati dalle parole dei grandi, a volte dai toni incomprensibili, dallo stress e dalla frustrazione che gli adulti scaricano inconsciamente sui bambini, a volte sgridandoli sebbene abbiano ragione.

E allora cosa fa il bambino? Cerca di allontanare il dolore perché la situazione torni tranquilla, nega i suoi sentimenti e, in questo processo, tradisce se stesso. Sostituisce se stesso con una versione che soddisfa gli altri, che gli permette di vivere tranquillo. Nasce così quello che potremmo chiamare l’Impostore.

Da adulti questo processo continua, nella costante ricerca del consenso altrui per rafforzare l’opinione di se stessi. Si generano in questo modo dei blocchi energetici a livello del Cakra del Cuore, del Secondo Cakra e del Corpo Emotivo dell’Aura.

I sentimenti negativi verso voi stessi sono alla base di quasi tutti i problemi, quei sentimenti, quelle emozioni che non volete riconoscere, a cui non permettete di fluire. Se non li liberate, causeranno una stagnazione che finirà col ripercuotersi anche sul Primo Livello dell’aura, quello fisico, limitando il fluire dell’energia vitale in tutto il corpo.

Ma si ripercuoterà anche sul Terzo Livello, quello Mentale, dove le emozioni si trasformeranno in giudizio verso voi stessi generando altre emozioni negative che aumenteranno ulteriormente la stagnazione energetica del Livello Emotivo. Un circolo vizioso.

Come fare per interrompere questo circolo vizioso?  Andando alla ricerca del Vero Bambino, del vostro vero Sé, quello schiacciato e nascosto dal bambino/adulto impostore.

Lasciate fluire le vostre emozioni negative, non abbiatene paura, non cercate sempre di mitigare le situazioni non esponendovi per timore di essere rifiutati. Più cercate di fare di tutto perché ogni cosa vada bene, perché tutto sia perfetto e non nascano conflitti, più vi trovate soli, senza aiuto, tradite quello che siete, diventate degli “impostori”.

Non dimenticatevi che, ogni volta che permettete, come da bambini, il sopravvento dell’Io Impostore sul vostro vero Sé, la vostra mente riceve il messaggio che il vostro vero Sé non è degno di essere amato. Ogni volta che agite sotto false spoglie, la vostra mente riceve lo stesso messaggio.

Spazzate via questo circolo vizioso, tutti voi siete meritevoli di amore, tutti voi siete quei bambini che hanno visto il mondo con gli occhi dell’amore incondizionato. Risvegliate la vostra memoria. Scacciate la bassa autostima e sentitevi meritevoli d’amore, le vostre anime sono scintille divine, non smetteranno mai di brillare. Fate si che la vostra luce sia sempre più fulgida.

Potete superare tante situazioni di crisi attraverso l’accettazione dell’Universo così com’è, delle vostre vite così come sono, c’è sempre un motivo per cui le cose accadono. Accettazione non significa arrendersi a una situazione spiacevole, a un disagio, a una malattia o al loro processo di sviluppo. Accettazione è sinonimo dell’aver fiducia, dell’amare e dell’accettare profondamente le vostre vite e voi stessi, in qualsiasi modo siano.

Accettazione significa comunicazione con il vostro vero sé, contatto, identificazione e riconoscimento della vostra origine divina.

Se realizzate l’accettazione, scoprirete che la vera salute corrisponde alla piena espressione del vero sé e che la causa della malattia è il non aver permesso al vostro sé di esprimersi. Non confondete il vostro vero sé con l’Io impostore, solo così vi sarà possibile dare fine a questo dannoso ciclo emotivo.

La Meditazione di oggi sarà un viaggio alla scoperta del vostro Guaritore Interno e anche una pratica per guarire il vostro Bambino Interiore. Consiglio di ripetere più volte questa meditazione per avventurarvi negli spazi più profondi del vostro essere finché accanto al Bambino non apparirà il Guaritore, colui che conosce la vostra storia fin dagli inizi e conosce qual’è il vostro compito nella vita. Perché il Guaritore è la scintilla divina, il vostro vero sé.

Di fondamentale importanza, in questo viaggio di liberazione dai sentimenti negativi è il formulare un’intenzione, l’intenzione di guarire. Anche nella vita quotidiana possiamo esprimere la nostra contrarietà e i sentimenti negativi, non approfittatene però, altrimenti si trasformerà in un’altra forma di dolore. Date SEMPRE l’intenzione positiva a ciò che fate, caricate ogni cosa di buoni pensieri. 

OM Shanti

Lucia Padmavati

Spunti per il Diario Energetico

Scrivete le vostre sensazioni dopo aver eseguito questo esercizio.

  • Concentratevi su una cosa, un animale, come un fiore, una persona, su ciò che è più facile per voi amare.
  • Entrate in uno “stato d’amore” con essa e donatele il vostro amore. Ad esempio, se si tratta di un fiore, guardatelo e apprezzatene la bellezza, sentite la sua fragranza, sentite la connessione con lui.
  • Dopo che avrete sviluppato dentro di voi un forte sentimento d’amore, trasferitelo verso voi stessi, fate con voi stessi ciò che avete fatto con il fiore.
  • Guardate il vostro corpo (no specchio) e apprezzatelo. Guardate la parte del vostro corpo che più apprezzate e poi tutte le altre. Toccatele, sentitene la consistenza.
  • Sentite voi stessi all’interno del vostro corpo, sentite quanto piacere vi ha regalato il vostro corpo. Amatelo. Parlategli.

Potete ripetere questa pratica tutti i giorni finché apprezzare e amare il vostro corpo risulterà una cosa naturale.

 

Giorno 5 –  Meditazione sull’Energia del Cibo

 

 

Lucia Padmāvatī . Insegnante Yoga con orientamento terapeutico anche ayurvedico. Yoga Siromani 600 ore (C.Y. Surya del Maestro Amadio Bianchi, Swami Suryananda Sarasvati).
Trainer di Ginnastica Posturale Metodo Scientifico ATS, Operatore specializzato in attività sportiva ginnastica, finalizzata alla salute e al fitness (Diploma CONI).  Naturopata 900 ore (Scuola Italiana di Heilpraktiker  Centro Ayni Milano) dal 2004.  Master Reiki. Attualmente insegna yoga a Torre delle Stelle presso la Sala Yoga del B&B Alchimissa e presso la Sala Yoga Sagittario.