Consapevolezza del corpo

Namastè,

oggi vorrei condividere questo esercizio di Danza al Suono della Musica che vi aiuta a prendere consapevolezza del vostro corpo fisico e ad acquisire una maggiore flessibilità.

Durante tutto l’esercizio prestate attenzione alle sensazioni che provate, alle difficoltà nel lasciarsi andare a un movimento piuttosto che a un altro, alle sensazioni piacevoli e spiacevoli che insorgono durante il ballo.

donna che danza

Per prima cosa, dovete scegliere un brano musicale che sia particolarmente significativo per voi.

Posizionatevi in Tadasana, possibilmente scalzi, rilassate la mente facendo delle inspirazioni ed espirazioni profonde, lasciando poi che il vostro respiro ritorni al suo ritmo normale.

Prestate ascolto alla musica, lasciate che il suo ritmo entri in voi.

Iniziate a muovervi, a danzare, prima solo con i piedi che devono percepire il contatto con la terra e la sicurezza che dona. Quando avete acquisito il ritmo, lasciate che il movimento salga alle gambe, alle ginocchia, alle anche, lentamente. Coinvolgete il corpo, le braccia e le mani, il collo e la testa.

Percepite la musica con l’intero corpo, nei vostri muscoli che si contraggono e si rilasciano, nelle vostre ossa che si muovono a ritmo, nello scorrere del sangue, negli impulsi nervosi.

donna che ballaAbbandonatevi a voi stessi, seguendo il ritmo naturale del vostro corpo. Non prestate attenzione a che i movimenti abbiano un qualche significato. La mente non deve partecipare a questa danza. I movimenti devono essere lenti, flessuosi,devono seguire le onde del vostro corpo. Chiudete gli occhi e lasciatevi andare a questa sensazione di libertà, di libera espressione dei sentimenti e delle emozioni profonde.

Niente vi preoccupa più in questa dolce danza della consapevolezza. L’ego mette le ali e vola via,  lascia spazio all’Essere più vero, il vostro vero Essere.

Quando vi sentite pronti, fermate il movimento in ogni parte del corpo, cominciando dalla testa, per finire con i piedi. Ritornate in Tadasana e rimanete immobili, mentre alla musica subentra il silenzio. Non perdete il contatto con voi stessi ma rimanete immersi nel silenzio della mente.

Riaprite i vostri sensi verso l’esterno e recuperate il contatto con la realtà che vi circonda. Ponetevi alcune domande per capire, già da una prima pratica, cosa vi comunica il vostro corpo.

  • Avete notato una parte del vostro corpo che ha partecipato alla danza  in modo più attivo e con maggior semplicità?
  • Al termine della danza alcune parti del vostro corpo avrebbero voluto continuare ad essere in movimento?
  • La percezione della musica è durata tutto il tempo della danza?

Queste semplici domande vi aiutano a capire i vostri blocchi fisici che sono poi blocchi energetici, dove l’energia non riesce più a fluire liberamente e ristagna.

La danza e il canto non solo hanno effetto terapeutico sul corpo ma anche sulla mente e sull’anima. Quando danzate, vi esibite su un palcoscenico che vi appartiene, dove le forme della vostra vita e della vostra coscienza trovano libera espressione.

danzatrici indiane

L’attenzione che riservate alla vostra salute fisica e alla vostra interiorità, al suo benessere, rappresenta la vostra volontà di vivere in questo mondo e in questo tempo, in modo autentico, vitale e con coscienza.

OM Shanti Shanti Shantih

Lucia Padmavati

 

 

Padmavati

Padmāvatī , insegnante e terapista Yoga, Yoga Terapia e Ayurveda, diplomata presso la scuola quadriennale C.Y. Surya del Maestro Amadio Bianchi (Swami Suryananda Saraswati). Trainer di Ginnastica Posturale Metodo Scientifico ATS, Operatore specializzato in attività sportiva ginnastica, finalizzata alla salute e al fitness (Diploma CONI). Si è inoltre diplomata in Naturopatia (900 ore) presso la Scuola Italiana di Heilpraktiker (Centro Ayni) di Milano nel 2004. Attualmente insegna Yoga a Torre delle Stelle presso Alchimissa b&b e Sala Yoga Sagittario.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

UA-4081969-3