Colori in Ayurveda – Yoga Torre delle Stelle

Namastè,

Ustrasana

Uṣṭrāsana,  Lucia 

tempo cupo oggi a Torre delle Stelle, a schiarite si sono alternati grossi nuvoloni neri carichi di pioggia. Il tempo giusto per dedicare qualche ora a se stesse, alla pratica yoga, a un bel bagno caldo detox  con  Zenzero in polvere, Bicarbonato di sodio e Sali di Epson (rispettivamente mezza tazza di zenzero in polvere,  1 tazza di bicarbonato e 1 tazza di sali, 1 volta alla settimana).

Ushtrāsana , la posizione del cammello, è un āsana utile per la stagione fredda, apre il torace e le vie respiratorie, apre il cakra cuore. Aprire il petto verso l’alto significa aprirsi verso l’esterno senza paure, portar fuori la nostra interiorità, avere un atteggiamento più disponibile verso gli altri. Inserite questo āsana nella vostra pratica quotidiana, ne sentirete i benefici.

Riprendendo il discorso dei colori per la scelta della Mālā, vediamo cosa ci dice l’Ayurveda e la Simbologia generale del colore.

In Ayurveda, i sette colori fondamentali hanno relazione con i tessuti corporei e con i tre Dosha: Vata, Pitta, Kapha. Le vibrazioni del colore concorrono a ristabilire l’equilibrio di questi 3 umori.  Il noto esperto di Ayurveda, Dott. Vasant Lad consiglia di riempire d’acqua una brocca di vetro,  avvolgerla con carta del colore di cui si ha bisogno, lasciarla 4 ore alla luce del sole in modo che l’acqua acquisti le vibrazioni del colore e berla durante la giornata.

aura e chakra

Aura e Chakra

Vata ha bisogno di colori caldi, morbidi e calmanti, colori dell’acqua che vanno ad equilibrare la sua natura fredda, secca, leggera e iperattiva: oro, rosso, arancio e giallo. Tutte le tonalità del bianco, del verde e del blu. Evitare i colori luminosi come il rosso, il giallo e il porpora brillanti che aumentano la sensibilità nervosa dei tipi Vata.

Pitta necessita di colori freddi, tenui e calmanti che bilanciano la sua tendenza al calore, alla leggerezza e all’aggressività: bianco, verde e blu, mai brillanti ma pastello. Evitare: rosso, arancio, giallo.

Kapha beneficia di colori caldi, asciutti e stimolanti per contrastare le sue caratteristiche di freddezza, umidità, pesantezza e mancanza di movimento. Vanno bene anche le tonalità brillanti e i forti contrasti di colore: arancio, rosso, giallo, oro. Evitare l’eccesso di bianco e il bianco con sfumature fredde come il verde e il blu. Ok il verde e il blu se sono brillanti o lucidi.

Rosso – E’ un colore in relazione con il sangue, crea calore nel corpo e stimola la circolazione, fornisce energia ai tessuti nervosi e al midollo osseo. Allevia Vata e Kapha quando in eccesso, mentre può aumentare Pitta in alcune parti del corpo provocando infiammazioni e, a livello degli occhi, congiuntivite.

E’ un colore amato solitamente dalle persone estroverse e molto vitali, ma anche impulsive, energiche e vigorose, tendenti all’aggressività (caratteristiche di Pitta).  Il rosso simboleggia la passione che si trasforma in saggezza.

Sconsiglio di lavorare con il rosso se si soffre di ipertensione, se si hanno problemi cardiaci, se si soffre di stress e disturbi emotivi come l’ansia, perché questo colore può causare agitazione o rabbia.

rosario indiano

Mālā in corniola

Le gemme rosse come la Corniola vengono utilizzate per rimuovere i blocchi energetici a livello di Mūlādhāra Cakrail Cakra della Radice. Il Corallo rosso viene usato in particolare per la creazione di Mālā tibetane.

Il Rosa possiede le qualità più delicate del rosso, quindi rappresenta l’amore e l’affetto senza passione. Chi ama il colore rosa è una persona che desidera protezione, ha bisogno di sentirsi sicura, di amore e d’affetto. Il Quarzo Rosa è in stretta relazione con  Anāhata Cakra, il Cakra del Cuore,  del quale esprime i sentimenti di pace, perdono e bellezza. Elimina la rabbia e il risentimento verso altri, aiutandoci ad accettare questa parte negativa che a volte si manifesta in noi. 

Continua ….

Vi lascio con una frase di Osho: “Guarda semplicemente qualcuno con uno sguardo amorevole; un semplice sguardo colmo d’amore può cambiare totalmente il mondo di una persona”.

OM Shanti

Lucia Padmavati

I libri del Maestro Amadio Bianchi sono al momento esauriti sul sito Macrolibrarsi ma potete averli contattando direttamente il Maestro http://www.cysurya.milano.it 

Ayurveda: Una Scienza per la Salute
La Scienza della Vita
Lo yoga e l’ayurveda

 


 

 

Padmavati

Padmāvatī , insegnante e terapista Yoga, Yoga Terapia e Ayurveda, diplomata presso la scuola quadriennale C.Y. Surya del Maestro Amadio Bianchi (Swami Suryananda Saraswati). Trainer di Ginnastica Posturale Metodo Scientifico ATS, Operatore specializzato in attività sportiva ginnastica, finalizzata alla salute e al fitness (Diploma CONI). Si è inoltre diplomata in Naturopatia (900 ore) presso la Scuola Italiana di Heilpraktiker (Centro Ayni) di Milano nel 2004. Attualmente insegna Yoga a Torre delle Stelle presso Alchimissa b&b e Sala Yoga Sagittario.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

UA-4081969-3