Cannonau

Il Cannonau (Cannonao, Cannonadu o Canonau) è il vitigno a bacca rossa più diffuso in Sardegna.
In tempi recenti, in diverse zone dell’isola, sono stati ritrovati resti di vinaccioli risalenti a 3200 anni fa, dimostrando così l’origine autoctona del vitigno, considerato ora il più antico del bacino mediterraneo.
Dal 1992 il Cannonau può fregiarsi della denominazione “Cannonau di Sardegna DOC”, viene prodotto nelle versioni rosso, rosato, rosso riserva, passito, liquoroso e classico.
E’ un vitigno vigoroso e con una notevole capacità di adattamento, viene coltivato in tutta l’isola in zone anche molto dissimili a livello climatico e di composizione del suolo, per questo motivo il vino ottenuto è diverso a secondo della zona di produzione.
Oltre alla denominazione di origine Cannonau di Sardegna esistono 3 sottodenominazioni: Oliena o Nepente di Oliena, Capoferrato e Jerzu. Queste aree rappresentano anche le regioni storiche di produzione. La definizione classico viene conferita nelle regioni storiche di Barbagia, Mandrolisai e Ogliastra.
Il colore è rosso rubino tendente all’arancione con l’invecchiamento.
Profumi intensi, vinosi e fruttati con sentore di prugne e more.
Gusto intenso, caldo, sapido, non molto acido, vellutato.
Struttura molto ampia ed elegante.
Si abbina molto bene con carni alla griglia, preparazioni speziate o affumicate, stufato di agnello, porceddu allo spiedo, cinghiale al vino, pecorino sardo stagionato.

Rizzi Rosanna Sommelier AIS gestisce e lavora con il marito Modenesi Giorgio Sommelier AIS nell' enoteca Alchimissa-wine in Stresa.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

UA-4081969-3